16th giugno 2022

GOCCE DI SPERANZA … TENENDOCI PER MANO: progetto della classe 3^B della SSPG Cesiomaggiore

pubblicato in Alunni, Dentro la scuola, Famiglie |

Questo il titolo del libretto, presentato il 21 maggio a Pradenich di Cesiomaggiore, realizzato dai ragazzi della classe 3^B della Scuola  Secondaria di 1° grado.
Alla presenza della Dirigente Manuela Muliner Biga, dell’assessore alla cultura Eleonora Feltrin e dell’Assessore al sociale Martina Stach, i ragazzi hanno potuto finalmente presentare ai loro genitori questo breve fascicolo, frutto di alcune attività svolte a scuola sul tema della sofferenza e del lutto.
Il lavoro ha preso spunto dalla lettura del libro di E.E. Schmitt “Oscar e la dama in rosa”, che ha per protagonista un bambino malato di leucemia e poi si è venuto via via articolando in fasi successive per approfondire i temi delicati affrontati attraverso questa lettura. In questo percorso i ragazzi sono stati accompagnati anche dalla dott.ssa Anna Toniato, psicologa e volontaria dell’Associazione Mano Amica di Feltre, che il giorno della presentazione ha donato a ogni ragazzo e alla sua famiglia una copia del libretto, realizzato e pubblicato proprio grazie al
contributo di questa Associazione, con l’intento di poter dare voce al dolore dei giovani che si trovano ad affrontare una grave malattia o un lutto in famiglia.
L’idea di raccogliere i disegni, le emozioni, le riflessioni e i pensieri dei ragazzi è nata dal desiderio di dedicare queste pagine “a chi sta per accompagnare o per lasciare il propri cari, a chi si trova sulla soglia e a chi la sta varcando, a tutti coloro che hanno perso una persona cara senza avere il tempo di congedarsi da lei” – come si legge nella  presentazione del libretto – per poter regalare un sorriso che illumini chi si trova nel buio. Ecco quindi la scelta del titolo “Gocce di speranza”, che è nato dal disegno scelto per la copertina, e che vorrebbe essere il filo conduttore delle pagine che seguono.
L’incontro del 21 maggio ha visto coinvolti i ragazzi in prima persona, orgogliosi di parlare del loro lavoro e di leggere le loro poesie. Hanno anche suonato lo spiritual “Oh when the saints go marching in” e illustrato brevemente altre iniziative finalizzate a formare la loro identità di futuri cittadini: uno striscione contro la mafia, che è poi andato ad aggiungersi a quelli appesi in piazza a Palermo il 23 maggio in ricordo di G. Falcone; un enorme cubo con i 17 punti dell’Agenda 2030; la realizzazione di un murales nel cortile della scuola che rappresenta “La città dell’Acqua e dei colori”.
Una mattinata dunque intensa, che ha permesso di stare insieme per ritrovare uno spirito di comunità in una vicinanza non solo fisica, ma anche di condivisione di sentimenti e di umanità.

 

 

Questo articolo è stato scritto giovedì, giugno 16th, 2022 alle 10:25 ed è inserito in Alunni, Dentro la scuola, Famiglie.